Syfed

ATTENZIONE: questa pagina è attualmente in costruzione!

SYFED (1)

Peculiarità: Syfed è il primo pianeta dell’Aetermundi. Ha tre satelliti che gli ruotano attorno e sono tutti di grandezza rilevante: Magnuna (il maggiore e dai riflessi bluastri), Mediuna (il mediano e dai riflessi rossastri), Parvuna (il minore e dai riflessi giallastri). Ogni notte assume colorazioni ed effetti particolari in base alla presenza delle lune e alla distanza tra esse.
Syfed ha anche un piano astratto sovradimensionale ancorato a sé, sovrapposto al piano materiale come un velo d’etere. Viene chiamato Dastral o anche piano etereo, dove si generano gli etherist, le essenze malevoli.

Creazione: In principio era un pianeta vuoto, ma Lord ÁO decise di inviare tre schiere composte da sette Astrali, per disegnare la vita. Così le tre schiere si divisero i compiti e incisero la creazione, ma poi, una di esse, si ribellò alle altre nel desiderio di voler dominare su Syfed. L’aspro conflitto generò le essenze malevoli, ovvero esseri nati da azioni malvagie intenti a tormentare i viventi. Allora le due schiere ancora fedeli ad ÁO sigillarono gli etherist in Dastral, un piano etereo appositamente scritto e sovrapposto a quello materiale, dove sarebbero sorte e confinate tutte le essenze malevoli in quel momento e nel futuro.

Emblema: Un aior (croce dei taumaturghi) stretto in una mano spettrale.

Opere in essere:  Il racconto gratuito “Taumaturghi: Vaarthol e la palude dei lamenti”. Solo in eBook.

Opere in progetto: Progetto “Taumaturghi”. Una serie di romanzi autoconclusivi, dal fantasy epico con sfumature dark.

Commento dell’autore: Ho deciso di creare questo mondo perché volevo un’ambientazione dove le azioni malvagie portassero conseguenze dirette e visibili, creando delle vere e proprie manifestazioni di esse. Una delle maggiori peculiarità di Syfed è la presenza di tre lune, ciascuna da una colorazione propria quando riflette la luce del sole, concedendo a ogni notte atmosfere particolari, soprattutto quando ne sono presenti almeno due o tutte e tre.