Avosh

ATTENZIONE: questa pagina è in lavorazione, quindi soggetta a variazioni!

logo avoshEmblema: Un occhio circondato da dieci anelli, i Varchi della mente.

Commento dell’autore: Avosh è di certo il mondo più particolare che ho creato, con un’ambientazione assai atipica e con le componenti fantasy che si intrecciano con aspetti horror, onirici e psicologici. Tutto questo mi permetterà di spaziare in tantissime maniere, non solo per trame e personaggi, ma anche in tecniche di scrittura. Mi alletta l’idea di entrare nel labirinto della mente umana, utilizzando anche le malattie mentali.

Opere in essere
Nessuna.

Opere in progetto
Progetto “Occlusori”, costituito vari romanzi, sia autoconclusivi sia saghe. Si tratta di un Fantasy con forti sfumature piscologiche, oniriche e horror.

Peculiarità

Secondo pianeta dell’Aetermundi, Avosh si differenzia dagli altri per la sua nube gassosa che lo circonda, concedendogli un aspetto psichedelico, quasi onirico, e sempre sulle più disparate tonalità violacee. Non presenta satelliti né stagioni, è in una perpetua via di mezzo tra la primavera e l’autunno.

Creazione

Avosh non è altro che un mondo generato dal pensiero di un Onnielso, ovvero un Eccelso in e di Tutto, all’interno della sua mente. I suoi pensieri consci e inconsci si manifestano in esso attraverso gli Onnienti, creature di incredibile intelletto e dalle capacità straordinarie.
Gli Onnienti, in preda alla noia e alla curiosità, si sono dilettati più volte con la mente degli esseri umani, dal grande potenziale ma confinata a soltanto un decimo del suo potenziale. Così hanno cominciato a disquisire tra loro, formulando ipotesi e facendo esperimenti fino  a sbloccare i Varchi di alcuni individui. Questi hanno iniziato a usare una maggior porzione del proprio cervello, manifestando abilità neuronali sorprendenti. Si trattava del neurito, il sesto senso, l’occhio della mente, il supremo senso della coscienza.
Gli Onnienti li chiamarono Occlusori, coloro che aprivano l’occhio della mente fino a sbloccarne uno o più Varchi. Gli Occlusori Plasmati vennero usati come pedine per esperimenti, giochi e scommesse tra gli Onnienti.
Con il susseguirsi del tempo e di nuove generazioni, il numero degli Occlusori cominciò ad aumentare fuori dal controllo degli Onnienti, manifestando una variante poi denominata Occlusore Accidentato, ovvero individui con uno o più Varchi sbloccati non per volontà di un Onnielso ma per altre causa impreviste.
Gli Occlusori presero sempre più coscienza del gioco degli Onnienti, così sfruttarono i dieci Varchi con i poteri neurici correlati per spezzare il giogo mentale impostogli ed essere liberi di scegliere e vivere per proprio conto.